Software antivirus

anti1Un software antivirus spesso ha il lato negativo di richiedere molte risorse di sistema, rallentando l’intero computer. Inoltre, molti software anti virus richiedono che si pagi per un servizio di sottoscrizione, oltre alla richiesta costante di effettuare aggiornamenti al fine di mantenere il livello di guardia contro gli intrusori. Con Linux, invece, i virus praticamente non esistono, e in realtà non si ha neanche bisogno di una protezione e tutto ciò che comporta un software di protezione. Un motivo per cui i virus e gli spyware non rappresentano un problema per linux è semplicemente dato dal fatto che sono pochissimi i virus e spyware creati per Linux. Una ragione ancor più importante è che caricare un virus su una macchina Linux è molto più difficile e richiede molti più input da parte dell’utente. Con Windows potreste accidentalmente eseguire un virus, ad esempio aprendo un allegato email, oppure facendo doppio clic su un file che contiene un codice maligno. Ad ogni modo, con Linux un virus richiederebbe di essere eseguito nel terminal, cosa che richiede permessi da parte dell’utente al fine di aprirlo. Inoltre, per poter fare veri danni al sistema, l’utente dovrebbe effettuare il login come root, digitando nome e password al fine di eseguire il virus. Ad esempio, per eseguire un virus situato all’interno di un allegato email, l’utente dovrebbe: aprire l’allegato, salvarlo, cliccare sul tasto destro il file e scegliere proprietà, dare il permesso di esecuzione dei permessi. Solo allora potrà aprire il file nel terminal ed eseguire il virus. Inoltre, l’utente potrà essere in grado di danneggiare soltanto la cartella in cui viene aperto il virus, lasciando quindi tutti gli altri file intoccati, inalterati, poiché Linux richiederebbe una password di root al fine di cambiere questi files. Il solo modo in cui l’utente può danneggiare l’intero computer è quello di loggarsi con utente root fornendo user name e password di root al terminal prima di eseguire il virus. A differenza di Windows, in Linux un file eseguibile non può eseguirsi automaticamente, poiché richiede permessi manuali che migliorano la sicurezza in modo significativo. In Linux la sola ragione realistica per cui si potrebbe avere bisogno di un anti virus si ha nel caso si condividano file con utenti Windows, al fine di proteggerli e non passare loro accidentalmente un virus che si esegua automaticamente o facilmente in un computer con Windows.anti2

Fin qui abbiamo fatto una panoramica di alcune delle differenze tra i sistemi operativi Windows e Linux. Ricapitolando, siamo partiti dal fatto che Windows ha un solo rivenditore che rilascia il software, mentre Linux proviene da milioni di programmatori di codici differenti in tutto il mondo. Abbiamo anche esposto qualche commento sul fatto che Linux Kernel e molte delle applicazioni usate con esso sono completamente gratuite e libere da costi, a differenza di Windows in cui invece si è obbligati a pagare per la maggior parte dei software. A differenza di Windows, Linux è spesso mancante di supporto tecnico professionale, perciò gli utenti Linux sono spesso lasciati a risolvere i propri problemi tecnici da soli. Gli utenti Linux hanno comunque la possibilità di pagare per del supporto tecnico proposto da molti Forum su Linux e gruppi disponibili su Internet. Poiché il kernel è un open source, Linux ha il grande vantaggio rispetto a Windows di essere maggiormente configurabile. Si può configurare Linux al fine di farlo girare in qualsiasi modo, manipolando il kernel. Abbiamo visto, inoltre, che installare il sistema operativo Windows e le sue applicazioni è più semplice poiché per la sua popolarità, la maggior parte delle applicazioni sono disponibili soltanto per Windows, ragion per cui sono facilmente disponibili. Linux girerà su una varietà di hardware più estesa rispetto a Windows, dai computer più vecchi a quelli più recenti, da quelli con le schede e processori più lenti a quelli più potenti. Abbiamo visto, infine, che la più grande differenza, almeno nell’opinione del sottoscritto, è che Linux non soffre la presenza dei tanti virus e altri codici maligni presenti sulla rete, a differenza di Windows che li soffre come piaghe e che prevede numerosi aggiornamenti al fine di evitare che questi codici distruggano facilmente il proprio sistema di lavoro se non propriamente controllato.

In conclusione, possiamo dire che il sistema operativo Linux è effettivamente il migliore. A parte qualche piccola noia, Linux batte Windows nella maggior parte dei casi, nella maggior parte delle categorie di prestazioni. Il fatto che Linux sia più sicuro è il punto che fa pendere la bilancia definitivamente a favore di Linux. Semplicemente, Windows soffre troppi problemi di sicurezza, quindi è troppo vulnerabile per essere considerato il miglior ambiente desktop.